Visual Storytelling
Digital Marketing

Visual Storytelling, da dove iniziare

Visual Storytelling, perchè è importante creare dei contenuti visivi

Comunicare online vuol dire raccontarsi anche attraverso i contenuti visuali che giorno dopo giorno diventano sempre più importanti ed emozionano il lettore. Le immagini hanno il potere di comunicare 100 volte superiore al materiale scritto, le immagini comunicano velocemente attraverso i colori, l’organizzazione dei dettagli, le emozioni che suscitano nel lettore e in base alla trama dello storyboard. Tutti dettagli importanti che non possono essere trascurati in fase iniziale quando si va a strutturare una strategia di comunicazione, quella che definisce la nostra presenza online.

Come ti ho già detto, essere online non è né facile né gratuito. Non è Facile perché se non si ha una strategia di comunicazione alle spalle, quella che ti permette di aver sempre chiari gli obiettivi e gli strumenti da utilizzare, rischi di investire tempo (e denaro) in un modo di comunicare che non ti porterà nessun risultato. Non è gratuito in quanto dovrai acquistare un dominio, uno spazio web, e per comunicare sui social networks e arrivare al tuo target dovrai sponsorizzare i tuoi contenuti.

Ma vediamo nel dettaglio quando parliamo di visual storytelling cosa intendiamo

visual storytelling
ph credit Barilla

 

Visual storytelling, l’arte di raccontare con le immagini

Il Visual Storytelling è l’arte di raccontare online il tuo business attraverso un corredo di materiale fotografico e video. Ogni fotografia per essere un buon materiale di visual storytelling non è sufficiente che sia una bella fotografia ma deve raccontare una storia, che può essere una favola astratta, un racconto realistico del tuo lavoro, un racconto informativo dei tuoi prodotti o semplicemente un’ispirazione che riconduce attraverso un filo narrante le persone al tuo business.

visual storytelling
pf credit Nike

Una bella foto (do per scontato che si tratta di una foto di qualità non sgranata) per raccontare qualcosa e quindi diventare un esempio di visual storytelling deve avere delle caratteristiche particolari:

  • Valori. Per passare da una semplice foto al visual storytelling devi riuscire a raccontare i valori della tua aziende attraverso le foto che ti rappresentano. Ogni business si fonda su dei valori e principi fondamentali e intoccabili, valori che hanno bisogno di essere riconosciuti dai clienti e dai possibili clienti, valori che potranno essere la molla che stimolerà all’acquisto del tuo prodotto o servizio da parte del cliente.
  • Colori. La palette di colori che hai identificato e che rappresenta il tuo business online deve essere sempre presente nel tuo materiale fotografico. Le persone che ti seguono devono poter capire immediatamente che quella foto l’hai scattata tu, deve essere la tua firma online. Siccome ogni colore trasmette una determinata sensazione/emozione quando andrai a scegliere i colori che ti rappresentano cerca il loro potere comunicativo.
  • Mood Brand. Il mood brand non è altro che un collage di foto, frasi e colori che identificano il tuo business e che ti aiuteranno a non perdere mai di vista quello che vuoi comunicare. Noi per comodità abbiamo creato a casa una visual board dove abbiamo raccolto gli obiettivi della nostra comunicazione visuale. Da quando l’abbiamo, per noi è molto semplice capire quali sono le foto da pubblicare sui social networks e quali scartare.
  • Caption. Ricordati che una foto racconta molto di più che le parole, ma che se riesci a catturare con l’immagine l’attenzione di una persona, con molta probabilità andrà a leggere quello che hai scritto nella Caption. La caption deve essere coerente con l’immagine pubblicata e deve essere coerente con la tua comunicazione online. L’ottimale è che ogni caption sia una storia da leggere, so che per molte persone scrivere è un limite, ma sui social networks bisogna sforzarsi di raccontare.

n.b. Per lo studio del nuovo blog Casualmente.net abbiamo fatto uno studio online del visual storytelling attraverso le immagine fotografiche trattando argomenti come l’arredamento e il lifestyle

  1. Mariacarla

    Bellissimo articolo! Ho veramente ancora tanta strada da fare !

  2. Stefania Pessina

    Articolo interessante che in parte conosco per aver lavorato nel marketing. La cosa diventa un po’ più complicata quando alle spalle hai solo te stesso, un pc personale, poco strumenti professionali e ancor meno tempo.
    Rimane però invariato il fatto che l’immagine parli a volte più delle parole stesse.

    • fabioegiulia

      Questo è vero, quando sei tu che devi raccontarti è molto più difficile ma non impossibile 🙂

  3. Io ho scoperto recentemente una passione per le belle immagini. Sto imparando a crearne qualcuna carina, piano piano. Grazie per le informazioni utili!

  4. Interessante ed utile,anche io, ho da lavorare ancora essendo all’inizio. Sai, che non avevo mai pensato a queste caratteristiche che deve avere un’immagine?
    Sarà, che è cosi difficile avere una foto di qualità,che mi concentro di più su questo aspetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *