fotografo per hotel
Blogging Digital Marketing

Professione fotografo per hotel

Il fotografo per hotel, chi scegliere e come valutare il portfolio.

 

L’importanza della comunicazione visiva la conosciamo molto bene, quale sia l’effetto sui potenziali clienti di una struttura turistica, parlo di hotels, villaggi, b&b, forse un po’ meno. Basta navigare un po’ sul web e farsi un’idea della qualità delle immagini fotografiche che sono presenti on line, dai siti aziendali alle pagine delle OTA, per capire che forse questo concetto di buona immagine non è così diffuso. In questo articolo voglio approfondire il concetto di comunicazione visiva legata alle strutture turistiche, pertanto lascerò ad un altra occasione i contenuti testuali. Ancora oggi mi capita di navigare tra le pagine di alcuni alberghi e leggere “sala TV” tra i plus della struttura, ma questo, dicevo, è un altro argomento. Per il momento mi concentro sulle foto.

Una brutta foto parla male di una struttura quanto e forse peggio di una brutta recensione su Trip Advisor! La comunicazione visiva è centinaia di volte più immediata di quella testuale, se poi a farla è proprio chi della struttura vorrebbe probabilmente evidenziare i lati positivi…

I fotografi. Il cugino del paese o l’amico dell’amico non è quasi mai la persona adatta a fotografare una struttura turistica. Per quanto sia bravo con la sua reflex a ritrarre i sorrisi al matrimonio di zia Carlotta, abbia vinto il concorso fotografico Golfo d’Arancio, è probabile che la fotografia real estate non sia il suo forte, o perlomeno non è specializzato in questo tipo di ripresa. Si perché si tratta proprio di una particolare tecnica che si acquisisce, parte studiando i manuali dedicati, parte sul campo, fotografando camere d’albergo, ville, b&b, in interno ed esterno.

Il fotografo real estate dovrà avere la capacità di evidenziare i lati migliori della vostra struttura, avrà un sapiente uso della luce in interno e di quella naturale, saprà cogliere gli angoli migliori d’inquadratura senza stravolgere gli scatti con aberrazioni prospettiche. Insomma un bravo fotografo real estate è l’unico soggetto che saprà rendere giustizia, e alle volte forse un pochino di più, al tuo sforzo per rendere la tua struttura il più accogliente possibile.

foto per hotel
Fabio Sonce ph.

Ma come distinguere tra una brutta ed una bella foto. Affidati innanzitutto al tuo senso estetico, in genere non sbaglia. Poi però guarda che ogni foto abbia la giusta illuminazione, il giusto grado di luce naturale, una prospettiva senza forzature, non vi siano zone d’ombra. Ancora peggio guarda se le foto ritraggono cose che non dovrebbero: tavolette del wc alzate, cestini pieni, pieghe sui copriletti, macchie o crepe sui muri, cose, situazioni, angolazioni inutili. Cosa comunica questa foto? E’ il quesito che ti devi porre, non se è una bella foto o uno scatto artistico.

Da ultimo una riflessione su come dovrebbe essere la foto perfetta per una struttura ricettiva turistica. Semplicemente dovrebbe rappresentare una realtà, così come vorrebbe trovarla il tuo cliente, perché una buona foto è anticipare le aspettative del cliente. Se hai una vista particolare fagliela scoprire mettendo in risalto che è la vista dalla TUA camera, non una cartolina della destinazione. E così via per la colazione, la Spa, il ristorante. Non c’è un tipo di fotografia ottimale per ogni albergo, casa vacanze o villaggio che sia, c’è semplicemente un mix tra l’abilità del fotografo per hotel e la tua voglia di mostrare il meglio della tua struttura.

Portfolio Fabio Sonce su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *