mediakit
Blogging

Mediakit, no panic

Che cos’è il Mediakit?

Il Mediakit è il documento da presentare alle aziende per instaurare con loro una collaborazione. Nel Mediakit viene riassunto il tuo lavoro, i tuoi dati, i tuoi successi, insomma tutto ciò che ha determinato la crescita del tuo business online e ti ha portato ad essere quella che sei. Attenzione non deve essere lungo come un’enciclopedia e nemmeno brevissimo, deve contenere tutte le informazioni utili all’azienda per valutare la collaborazione. Attenzione che alle aziende arrivano tantissimi mediakit, quindi per fare la differenza, a meno che tu non ti accontenti di una collaborazione gratuita, c’è bisogno di presentare un progetto e un mediakit professionale. Devi fare la differenza e colpire l’attenzione di chi ti sta leggendo. Ti ricordi quando cercavi lavoro e ti presentavi al tuo datore di lavoro con il CV, perchè lui scelga te, e non un’altra candidata/o, non era necessario solo avere i titoli di studio giusti, dovevi saperti raccontare con le tue passioni e i tuoi interessi. Il Mediakit é il CV del tuo sito web.

Come costruire il Mediakit perfetto

Descriviti. Ormai ti sarai annoiata/o di sentirmi dire che devi comunicare chi sei e cosa fai ( te l’ho raccontato, sia parlando di come gestire il tuo profilo Facebook sia per il profilo Instagram), la descrizione deve essere chiara, semplice diretta. Non servono mille parole ma si deve subito capire la tua mission e il perché dovrebbero scegliere e non i tuoi competitor.

Logo o foto. La persona che ti sta leggendo deve subito ricondurre il tuo documento a te, deve poterti cercare online e trovare il tuo sito web e le tue pagine social, do per scontato che il logo o la tua immagine di profilo sia sempre la stessa (te ne avevo parlato qui), il personal branding si costruisce anche dando la stessa immagine di noi su ogni canale.

Canali socials. Inserisci i numeri dei tuoi account social (Facebook, Facebook group, Facebook profilo, Instagram, Twitter, Snapchat, Youtube, Pinterest) I numeri sono molto importanti, se hai modo di allegare una schermata che giustifichi i tuoi numeri e che li renda reali è ancora meglio (Vedi insights oppure socialblade). In questo momento, dove si possono comprare follower, like e commenti, far capire a chi hai di fronte che il tuo business è interessante per le persone che ti seguono è la cosa più importante.

Sito web. Inserisci i dati più importanti del tuo sito facendo una proiezione mensile oppure annuale. Gli utenti unici, le sezioni, il tempo di permanenza medio, le visualizzazioni di pagina sono quelli principali. Se vuoi conoscere come leggere i dati di analytics ti potrebbe essere utile questo articolo.

Le collaborazioni. Inserisci in questo documento i partner commerciali più importanti che hanno collaborato con te.  (per commerciali intendo chi ha già dato un valore economico al tuo lavoro, non gli scambio merci!). Ricorda che se stai cercando di costruire un mediakit efficace è perché il tuo obiettivo è monetizzare, non per avere un prodotto o servizio gratuito, un CV non si manda per lavorare GRATIS 😛 Se sei agli inizi e ancora non hai avuto collaborazioni economiche non ti preoccupare, le aziende non sono stupide, se hai un valore, sei originale, sei unica non perderanno l’occasione di iniziare a collaborare con te!

mediakit

Premi o menzioni. Se sei stato nominato da qualche rivista importante oppure hai visto qualche premio, inseriscilo, potrebbe essere un’arma a tuo favore.

Rassegna stampa. Potrebbe essere utile a valutare una collaborazione con te per il tuo interlocutore sapere se sei presente con degli articoli fatti da te su riviste cartacee o magazine online, oppure dove sei citata come esperta del settore.

I contatti. Inserisci l’url del tuo sito, la tua mail e il tuo numero di telefono.

Mediakit come costruirlo

Semplicemente puoi creare un pdf carino graficamente e di forte impatto emotivo. Puoi crearlo con Canva o con qualsiasi programma di grafica, la cosa importante è che non sia troppo lungo. Pensa di dover leggere un documento di 10 pagine… potrebbe essere veramente noioso! Una pagina per raccontarti, inserire i tuoi dati e tutto ciò che reputi utile, se poi chi ha di fronte vuole un approfondimento non esiterà a contattarti. Il mediakit puoi inserirlo nel tuo sito web a disposizione di tutti oppure inviarlo direttamente alle aziende con cui vorresti collaborare proponendo loro un progetto.

 

  1. Ciao
    complimenti questo articolo mi è stato d’aiuto!
    Mi chiedevo se il Mediakit va aggiornato mensilmente con i dati statistici, Google Analytics, like, follower ecc oppure come?
    A presto e grazie ancora

    • fabioegiulia

      Noi lo aggiorniamo su base trimestrale, ma se hai dei sbalzi in crescita cambialo più spesso 🙂

  2. Ingegnererrante

    Articolo interessante, sto pensando se è il caso di farlo già ora o no. Sono online da un mese e i numeri sono piccoli. Cosa ne pensate? Ogni quanto va aggiornato?

    • fabioegiulia

      Non sono importanti solo i numeri ma i tuoi valori su cui fondi il tuo sito web, sul perchè è online e il perchè è diverso. Se sono piccolini puoi scrivere che queste sono le tue pagine social senza inserire il numero di follower

  3. Stefania Pessina

    Articolo molto interessante e chiaro.
    Mi sarà di aiuto per quando deciderò di fare un mediakit.

  4. Preso appunti questo. We ci devo lavorare!!! Grazie per le dritte!!!

    • fabioegiulia

      Sono felice che lo hai trovato interessante, poi se hai domande chiedimi pure 🙂

  5. Come sempre post utilissimi, grazie!

  6. Samanta Giambarresi

    Questo sì che è un articolo interessante, complimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *