tariffe
Blogging

Le tariffe di un blogger

Quanto farsi pagare, le tariffe di un blogger

Uno dei dubbi che assilla tutti i blogger è “ma quanto mi faccio pagare?”, quali sono le tariffe da applicare?

Non esiste in Italia un tariffario che identifica delle quotazioni per le prestazioni professionali dei blogger, ma di certo è che chi bazzica da anni in questo settore conosce bene le tariffe più o meno in uso nel mercato di riferimento. Parlo di mercato di riferimento in quanto spesso i blogger percepiscono in maniera diversa a seconda dell’argomento trattato. Spesso nell’ambito fashion e hi-tech i budget sono più alti rispetto a quello del food o del travel 🙂

Ma allora quanto bisogna farsi pagare?

Il tariffario dei blogger

Il tariffario della tua attività lo puoi stabilire solo tu, chi meglio di te può dare valore al tuo lavoro! Non sottovalutarti, ma nemmeno non sopravvalutarti, le tariffe sono stabilite dall’incontro della domanda e dell’offerta, quindi valuta quanto le aziende sono disposte a spendere per un tuo servizio e valuta quanto tu vorresti guadagnare per il servizio dato.

Dai valore al tuo tempo. Nel proporre un prezzo solo in base al lavoro che andrai a fare, ma valuta le tue competenze, la tua formazione, il tuo impegno nel blogging, la tua capacità di renderti riconoscibile e credibile.

Cerca di capire il perché in un mercato, come quello di oggi, dove c’è il gioco al ribasso, allo sconto, al coupon, perché un cliente dovrebbe pagarti la cifra che tu gli stai proponendo.

All’inizio del nostro lavoro accettavamo tutto, anche cifre ridicolmente basse, non capendo che così sbagliavamo. Prima di tutto sminuivamo il nostro lavoro, e noi stessi, così facendo rovinavamo il mercato, abbassando il valore del lavoro di tutti.

Non pensare “pochi euro sono meglio che nulla”, pensa “meglio un buon cliente che tanti” che poi alla fine non ti appagano: more is better! E non dimenticare mai che un lavoro fatto per zero vale zero, e che il cliente che non paga, esige esattamente, e forse di più, come quello che paga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *