gestione delle critiche online
Blogging

Le critiche online, Indipendenti, Haters e Troll

Le critiche online, come gestirle

Le critiche quasi sempre ci feriscono. Molto spesso, infatti, siamo talmente sensibili che quando qualcuno ci dice qualcosa di negativo lo prendiamo subito come un’offesa invece di guardare la realtà da un’altro punto di vista, magari capendo che quell’osservazione è corretta. Questo modo di reagire è solo un metodo per dimostrare la nostra insicurezza, che non appartiene solo a chi si approccia per la prima volta al mondo del web, ma solitamente appartiene a tutti i professionisti. Ovviamente nel momento in cui decidi di raccontarti online, come aumenterà la tua possibilità di guadagnare aumentando la tua esposizione mediatica, aumenterà anche. la probabilità che qualcuno ti critichi. Ma chi è questo qualcuno?

Come gestire le critiche, indipendenti, troll e haters

In rete una cosa che accomuna tutti è la facilità di comunicare direttamente e senza filtri le proprie opinioni. Anche chi nella vita reale è riservato, nel momento in cui apre un profilo Facebook, ha la capacità di urlare al mondo le sue ragioni. In rete si distinguono tre tipi di profili che solitamente utilizzano le critiche per mostrarsi:

  • Gli Indipendenti. Sono quelle persone che per un motivo personale si sentono protagonisti di una vicenda non loro, sentendosi autorizzati a manifestare il loro disappunto. In questo caso la critica è velata e molto diplomatica. Un indipendente quasi mai si coalizza con gli altri haters, conosce i limiti della discussione e quando è il  momento sa come uscire dalla conversazione senza insultare nessuno ma mostrando solo le sue ragioni.
  • I Trolls. I trolls sono quelle persone, spesso mascherati con un falso profilo, che in rete vogliono costantemente creare polemica, indipendentemente dall’argomento trattato, con delle frecciatine, piccole critiche fomentano gli animi allo scopo di creare grosse discussioni. Queste persone se ignorate solitamente attaccano un altro profilo.
  • Gli Haters. Sono quelle persone che hanno la capacità di odiare senza conoscere direttamente la persona presa in causa. Non vedono l’ora di criticarla, anche pesantemente, su diversi argomenti. Le loro discussioni sono prive di senso logico, molto spesso utilizzano parolacce e sono soliti a urlare ciò che vogliono dire. Con queste persone non c’è modo di dialogare, qualsiasi sia la nostra giustificazione/spiegazione loro troveranno un’altra motivazione per scagliarsi contro. La loro smania di protagonismo, nata probabilmente dalla voglia di successo e notorietà, fa sí che siano delle persone che ciclicamente si scagliano contro un soggetto diverso, oggi odiano te, domani un tuo competitor, sempre senza una motivazione valida.

 

Come reagire alle critiche online

Non possiamo andare bene a tutti. per prima cosa mettiamoci il cuore in pace, non possiamo andare bene a tutti. Come nella vita reale, i nostri contatti, che siano amici o clienti, ci scelgono in base a delle affinità, anche in rete le persone che decidono di seguirci, ci seguono in base all’empatia che sentono verso di noi, ai valori che trasmettiamo, a come ci poniamo e ci raccontiamo. Quindi ci sarà sempre qualcuno a cui non andiamo bene che sarà disposto a criticarci, ma se riusciamo ad argomentare in maniera concreta le nostre ragioni e a costruire una discussione intelligente, potremmo ricevere degli stimoli a migliorarci e a crescere.

Ignorarli. Quando le critiche sono prive di senso logico e scritte solo per invidia, è meglio non dar modo a queste persone di proseguire la loro comunicazione online. Tacitare e non fomentare gli animi potrebbe essere l’unica soluzione per uscire da questo situazione antipatica.

Non alimentiamo l’odio. Mai rispondere a tono, mai insultare, mai dimostrare le proprie ragioni senza diplomazia. Non servirà a nulla rispondere male, se non a far sì che questa persona vi odi ancora di più. Meglio mettere la lingua tra i denti, respirare profondamente, magari fare una camminata e non rispondere o rispondere a mente fredda.

Siate dei strateghi. Cercate sempre di capire chi avete di fronte, riflettete sul loro modo di porsi, cercate di cambiare il vostro punto di vista ed entrate in relazione con chi avete di fronte. Il botta risposta potrebbe portarvi agli insulti, rispondere cercando di capire e anticipare la sua prossima mossa potrebbe portarvi a chiudere la discussione in maniera diplomatica e tranquilla. Nella costruzione della vostra strategia cercate sempre di pensare a come superare le criticità del vostro progetto in maniera tale che di fronte ad haters o troll voi sappiate sempre come reagire.

Quando si innesca una miccia è difficile tornare indietro. Se decidi di non accettare la critica e vuoi far valere la tua opinione, devi sapere che con alcune persone non c’è peggior modo di reagire che dargli motivo per continuare ad insultarti. Devi sapere anche che queste persone poi potranno chiamare amici e parenti in aiuto che continueranno a loro volta a insultarti senza averne motivo. Devi sapere che in rete tutti, e dico tutti, vorrebbero avere un motivo per scaricare tutto il loro nervosismo accumulato nella vita offline e tu rispondendo a tono non fai altro che aiutarli a scaricare le loro negatività. Quindi mi raccomando stai attento a come reagisci e come ti ho suggerito cerca di riflettere, sbollentare e fare una camminata per poi tornare alla tastiera del pc e se il caso rispondere, se no lascia andare e ignora.

Banna e cancella i commenti. Se è il caso e vedi che questa persona ripetutamente e senza avere motivo ti insulta in rete e si scaglia contro di te, l’unica cosa che puoi fare per tutelarti e bannarla e cancellare i suoi commenti. Attenzione che anche questa è una pratica rischiosa, lei/lui potrebbe crearsi un secondo profilo e continuare a criticarti, in quel caso ignorare è l’unico modo per non innervosirti ulteriormente.

Se non sai come muoverti online e vuoi aprire un blog aziendale o professionale contattaci, possiamo aiutarti a costruire il tuo progetto storytellingcafe@mail.com.

 

 

  1. Mariacarla

    Io sono agli inizi e per fortuna non ho ancora avuto di questi problemi. So che è impossibile piacere a tutti, ma per come sono fatta so che se mi capiterà ci rimarrò male .

    • fabioegiulia

      si la prima reazione è di rimanerci male, poi ti arrabbi poi reagisci.

  2. La Folle

    Rispondere con diplomazia è una cosa che fortunatamente riesco a fare il più delle volte, perché so bene che con l’insulto si manda all’aria ogni tentativo di far valere le proprie ragioni. Però a volte non è facile.

  3. Maria Felice Romagnolo

    Io ho un dono in questo, con le parole e il sorriso metto al proprio posto chiunque 🙂

  4. La mia strategia è : non rispondere mai a caldo, ma far sedimentare le emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *